AI*IA 2003 - Ottavo Congresso Nazionale
dell'Associazione Italiana per l'Intelligenza Artificiale

23-26 Settembre 2003, Polo didattico "L. Fibonacci", Università di Pisa

Home
Call for Papers
Sottomissioni
Programma
Tutorials
Relazioni Invitate
Workshops
Tavole Rotonde
Esposizione Tecnologica
Social Dinner
Luogo del Congresso
Sistemazioni Alberghiere
Iscrizione
Pisa e la Toscana
Informazioni su Pisa e provincia

Pisa, con circa 97.872 abitanti (2000), è una città d'arte tra le più importanti della Toscana, il suo territorio si estende prevalentemente lungo le due rive dell'Arno e dista circa 11 chilometri dal mare.

Informazioni aggiornate sugli orari dei musei e monumenti si trovano presso il sito del Comune di Pisa
Pisa in tempo reale: WebCam su ponte di mezzo

Piazza dei miracoli

In Piazza dei Miracoli, la più celebre piazza di Pisa, è raccolto un insieme di un'eccezionale armonia, composto da quattro straordinari monumenti che formano un complesso architettonico universalmente noto. Cinto da un esile muro merlato in mattoni rossi, l'ampia piazza contiene le masse marmoree splendenti di bianco del battistero, del duomo e del suo famoso campanile, la celeberrima torre pendente. Sullo sfondo, il Camposanto dispiega la sua lunga serie di arcate cieche, in marmo bianco.

Torre di PISA


La Torre Campanaria è l'emblema e il simbolo di Pisa, visitato ogni giorno da migliaia di turisti. L'inclinazione rispetto alla verticale aumenta mediamente ogni anno di circa 6", pari a un aumento dello strapiombo di 1 mm; dal 1990 sono in corso interventi di consolidamento che hanno ridotto di alcuni millimetri l'inclinazione. L'interno del campanile ha la forma di un grande pozzo cilindrico. Una scala a spirale, composta da 294 gradini, aperta a ogni piano da un'uscita verso la corrispondente galleria anulare esterna, sale alla terrazza al di sopra dell'ultimo piano dove, entro la cella campanaria, sono sette campane databili dal sec. XVII al XIX; qui Galileo effettuò i suoi esperimenti intorno alla caduta dei gravi; suggestivo il panorama sulla città e il territorio.

Per informazioni sugli orari di apertura e prenotazioni online per visite alla torre consultare il sito dell'Opera Primaziale di Pisa.

Battistero Il battistero , maestoso edificio a pianta circolare, alto quasi quanto la torre, fu eretto tra il 1153 e il 1400. Iniziato dal Diotisalvi, una parte della decorazione scolpita fu realizzata poi da Nicola e Giovanni Pisano. Le arcate cieche e le logge a colonnine dell'esterno dovevano ricordare le decorazioni del Duomo, ma se la fascia inferiore presenta caratteristiche del romanico pisano, il registro superiore, con frontoni triangolari e pinnacoli che sormontano le arcate, è invece in stile gotico. L'edificio è coronato da una cupola che termina a forma di piramide tronca, sormontata dalla statua di San Giovanni Battista. Si notino i minuziosi dettagli dei portali, in particolare di quello situato di fronte alla cattedrale, prima di penetrare nell'imponente interno, solenne e luminoso, con i suoi 35 m di diametro, le alte arcate sovrapposte e la profonda cupola. Il guardiano farà volentieri una dimostrazione della straordinaria acustica dell'edificio. Si possono ammirare poi il bellissimo fonte battesimale ottagonale, opera del comasco Guido Bigarelli (1246), e le piccole vasche cilindriche poste contro la parete interna, riservate ai neonati. Da non mancare infine il bellissimo pergamo completato nel 1260 da Nicola Pisano.

Duomo Il Duomo, iniziato nel 1063, completato verso la metà del XII sec., l'edificio fu eretto grazie al favoloso bottino riportato dalle spedizioni contro i Saraceni. Il Duomo di Pisa, costruito su pianta a croce latina, presenta un imponente interno: 100 m di lunghezza e cinque navate, abside profonda, transetto suddiviso in tre navate e innumerevoli colonne. I quattro ordini di logge a colonnette della facciata, le arcate cieche, il rivestimento di marmi alternati chiari e scuri creano un effetto di grazia e leggerezza che equilibra l'impianto poderoso dell'edificio. All'interno si nota anche la lampada di Galileo, le cui oscillazioni avrebbero suggerito allo scienziato la teoria dei moti isocroni del pendolo.

Navi Romane Alcune navi romane sono state riportate alla luce nel 1998, durante lavori di scavo condotti presso lo scalo ferroviario di Pisa - San Rossore. La scoperta, di notevole rilevanza, ha permesso di individuare un cospicuo numero di imbarcazioni (databili tra il I sec. a.C. ed il IV secolo) e di carichi trasportati, che dovrebbero costituire il fulcro di un museo tematico specifico, del quale è prevista la realizzazione, non appena saranno ultimate le operazioni di recupero e di restauro conservativo dei preziosi reperti. La mostra si tiene presso gli Arsenali Medicei, Lungarno Simonelli - Tel 05021441 - 0553215446. Informazioni dettagliati presso il sito web http://www.navipisa.it

Chiesa della Spina Chiesa di Santa Maria della Spina Oltre la Piazza Saffi ha inizio il Lungarno Gambacorti; poche decine di metri, sulla sinistra, si staglia un gioiello del gotico cittadino: la Chiesa di S. Maria della Spina (XIV sec.), trasferita dalla sponda dell'Arno sul piano stradale nella seconda metà del XIX secolo.

Certosa di Calci La Certosa di Calci, fondata nel 1366, sorge a circa 10 chilometri da Pisa, ed è situata in una valle di grande valenza paesaggistica, detta un tempo "Valle Graziosa". La Certosa, soppressa a causa delle legge napoleoniche (1808), passò al demanio dello Stato, ma nonostante questo continuò ad ospitare l'ordine certosino, fino al 1972. La certosa è visitabile nei giorni feriali con orario 9.00 - 18.30, nei giorni festivi e la domenica dalle 9.00 - 12.00. Chiuso il lunedi. INGRESSO: INTERO E 4.13, RIDOTTO E 2.07 per gruppi di almeno 15 persone e bambini 10 - 14 anni. Museo di Storia Naturale e del Territorio è visitabile da martedì a sabato: dalle 9.00 alle 18.00; domenica e festivi: dalle 10.00 alle 19.00. INGRESSO: INTERO E 4.13,, RIDOTTO (dai 5 ai 18 anni) E 2.07, gratuito: sotto i 5 anni.

Parco di San Rossore Il famoso Parco di San Rossore istituito nel 1979 si articola nelle tenute di Migliarino, San Rossore, Coltano e Tombolo e si estende su una superficie di 23.114 ha. A pochi chilometri dalla città, ne costituisce un inesauribile polmone verde, ricco di attrattive di grande valenza paesaggistica, ambientale e naturalistica. E' aperto tutti i giorni festivi dalle ore 8.30 alle 17.30. L´ingresso è gratuito. E´ anche disponibile un ricco programma di escursioni per le quali è prevista una quota d´iscrizione. Informazioni presso gli uffici dell'Ente Parco.

Terme di San Giuliano Ai piedi del Monte di Pisa, in una bellissima vallata, si trovano le Terme di San Giuliano. Il complesso, sorto ai tempi di Pietro Leopoldo di Lorena, è stato restaurato mantenendo inalterate le caratteristiche originarie del Settecento. Le acque ipertermali e solfato-calciche di San Giuliano, contenenti magnesio e bicarbonati, per le loro preziose proprietà terapeutiche sono indicate nella cura di vari disturbi: affezioni reumatiche, respiratorie, ginecologiche, non ché per il trattamento di vari problemi estetici.

Provincia e dintorni di Pisa
La provincia di Pisa si estende per buona parte della Toscana centroccidentale, comprende tutta la bassa valle dell'Arno, caratterizzata dalle vaste pianure. La parte meridionale della provincia è invece increspata dalle propaggini occidentali delle colline Metallifere.

Litorale Pisano: Marina di Pisa e Tirrenia
Lasciata Pisa, percorrendo il Viale D’Annunzio, che fiancheggia la riva sinistra del fiume Arno, dopo 11 chilometri si giunge a Marina di Pisa. Questo centro abitato è sorto come località balneare nella seconda metà dell’800, subito a sud della foce dell’Arno. Viaggiando sul Viale D'Annunzio, a circa metà strada tra Pisa e Marina di Pisa, all'altezza dell'abitato di San Piero a Grado si consiglia di visitare la suggestiva basilica di S. Piero, sorta in prossimità di un antico scalo presso la foce del fiume; secondo la tradizione l'edificio fu voluto dallo stesso S. Pietro, sbarcato qui durante un viaggio a Roma. Sulla costa tirrenica, cinque chilometri a sud dell’abitato di Marina di Pisa, si trova Tirrenia Bandiera blu d'Europa 2003, 2 Vele di Legambiente. Sorta negli Anni Trenta, moderna ed elegante stazione balneare immersa in una vasta pineta, vanta importanti infrastrutture per la balneazione, lo sport ed il tempo libero.

Casciana Terme
Le acque di Casciana derivano dal suo territorio di origine Vulcanica. Il cratere del vulcano di Fichino ne è la testimonianza storica. Tipologia dell'acqua termale: Solfato-Calcio-magnesica,carboniosa Nota da prima del 1100 d.c. visitata e restaurata dalla Contessa Matilde di Canossa e ricordata per la leggendaria storia del merlo guarito dalle acque, viene stimata da sempre una delle acque termali più salutari d'Italia.

Volterra é oggi una città dal caratteristico aspetto medievale, dove é ancora possibile gustare l’atmosfera di un antico borgo, grazie al relativo isolamento che ha limitato lo sviluppo industriale e commerciale, impedendo quello scempio edilizio che spesso accompagna lo sviluppo economico.

San Giminiano
Città medioevale, in provincia di Siena ma a pochi chilometri da Volterra, famosa per le sue torri e dichiarata patrimonio dell'U.N.E.S.C.O.

Alcuni Link utili sulla città:


Copyright AI*IA 2003